Rio 2016, oro numero 200 dal judoka Fabio Basile. Daniele Garozzo fa 201

Disegna un cuore con le mani e scocca la sua freccia, che regala all’Italia la medaglia d’oro numero duecento di tutte le Olimpiadi estive, in un giornata storica non solo per il judo azzurro, che solo nell’88 negli ultimi decenni non ha portato medaglie ai Giochi. Arriva da Fabio Basile la prima medaglia d’oro della spedizione azzurra a Rio, e sfonda il tetto delle duecento in assoluto.

Il judoka di Rivoli, caporalmaggiore dell’esercito, la conquista con un ippon – un colpo da ko per i combattenti – nella finale contro il sudcoreano An, mezzora dopo che la sua ‘gemella’, Odette Giuffrida, cresciuta insieme a lui dalle categorie giovanili sfiorasse anche lei la vittoria. Alla fine la romana e’ salita sul gradino dell’argento, sconfitta dall’atleta del Kosovo, Majliuda Kalmendi. Una vittoria quella di Basile arrivata dopo nemmeno un minuto. Dopo il verdetto il 21enne si è prima inginocchiato, poi è corso a consolare il suo avversario. Poi pero’ ha urlato a squarciagola la sua gioia, con un esplicito ‘mammaaaa’ e un altro esplicito ‘papàaaaa. La dedica pronta e immediata, davanti alle telecamere, poi il cuore per la sua bella Sofia, judoka promettente come lui.

“Dedico questa vittoria alla mia famiglia – ha ammesso – e alla mia fidanzata”. Spaccone e spavaldo sul tappeto, tenero, e attaccato ai valori della famiglia fuori. Alle luci della ribalta non era abituato il torinese classe ’94, con la qualificazione per i Giochi arrivata con un percorso accelerato che avrebbe dovuto portarlo insieme a Odette solo a Tokyo. Una gioia incontenibile condivisa con l’amica di sempre, argento dopo un torneo sorprendente condotto sempre con coraggio. L’oscar olimpico per lei è solo rimandato.

Daniele Garozzo ha vinto l’oro del fioretto individuale, battendo in finale l’americano Alexander Massalas. Per l’Italia e’ il secondo oro alle Olimpiadi di Rio 2016, dopo quello del judoka Fabio Basile vinto pochi minuti prima che il fiorettista azzurro scendesse in pedana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *